lunedì 16 dicembre 2013

Sul Mincio la magia del presepe

A Rivalta apre anche la mostra con le opere dei madonnari ispirate alla Natività
Sulle rive del Mincio ieri è stata celebrata un’emozionante domenica di festa, iniziata in mattinata a Grazie e terminata in serata a Rivalta. Sette noti madonnari (Antonio Cristalli, Leonardo Sabbadini, Violeta Coteanu, Andrea Cavallini, Ketty Grossi, Bruno Fabriani e Mariangela Cappa) si sono riuniti a Grazie, dove hanno cominciato a dipingere, su pannelli lignei, opere ispirate alla Natività

A mezzogiorno gli artisti del gessetto, accompagnati dall'assessore al turismo del Comune di Rodigo Patrizia Chiminazzo, si sono imbarcati su un battello, che li ha condotti a Rivalta, dove, nel primo pomeriggio, hanno terminato le loro creazioni. I pannelli sono stati collocati sotto il nuovo porticato del loghino di Corte Mincio, accanto ai dipinti ad olio dei pittori mantovani Andrea Artoni, Gabriele Spadi, Teresa Restori, Marco Bertaiola, Giorgio Mazzi e Pantaleoni.


Il pomeriggio di festa è proseguito a Rivalta all’insegna della solidarietà, con il banchetto di Telethon, e dell’allegria, con il vin brulè offerto dal gruppo degli alpini. Alle 17.30 l’esibizione della corale Gilberto Pagliari ha preceduto il momento più atteso della giornata: l’accensione del presepe sul Mincio, che quest'anno è stata affidata al vescovo emerito Egidio Caporello.

Grande è stata l’emozione del pubblico nell’istante in cui, sulla riva opposta del Mincio, avvolta dalle tenebre e da una fitta nebbia, all'improvviso è apparso il presepe, le cui figure, delicatamente illuminate, sembravano essere per magia emerse dalle acque. «Un presepe unico - ha commentato Gianni Chizzoni, sindaco di Rodigo - che celebra la nascita di Gesù e rende omaggio alle antiche attività delle valli del Mincio». Accanto alla Sacra Famiglia, infatti, sono rappresentati i raccoglitori di canne, le arellaie, le lavandaie ed i pescatori.

«Una giornata ricca di eventi simbolici - ha commentato Marina Ferrari, presidente della Pro Loco di Curtatone - per la prima volta, due comunità da sempre legate tra loro dalle tradizioni e dal fiume, festeggiano insieme il Natale. Tra le Pro Loco di Grazie e di Rivalta oggi è nata una collaborazione destinata a produrre anche in futuro interessanti iniziative». Il presepe e la mostra pittorica potranno essere ammirati, in qualsiasi momento del giorno e della notte, fino al 6 gennaio, quando una giuria, composta da esperti d’arte delle due Pro Loco, sceglierà le tre migliori opere dei madonnari.

Rita Lafelli

[Fonte: Gazzetta di Mantova del 16/12/2013]